Gli Investimenti sicuri e quelli meno sicuri

Investimenti sicuri

Investire i propri risparmi è una scelta importante che richiede informazione, prudenza e strategia. Non esistono investimenti sicuri al 100%, ma solo investimenti più o meno rischiosi in base a diversi fattori, come il rendimento atteso, la durata, la liquidità, la diversificazione e la fiscalità. Vediamo quali sono gli investimenti sicuri e quelli meno sicuri nel 2023.

Investimenti sicuri

Gli investimenti sicuri sono quelli che offrono una garanzia sul capitale investito e un rendimento stabile e prevedibile. In genere, sono investimenti a basso rischio e basso rendimento, adatti a chi vuole preservare il proprio patrimonio e non ha una elevata propensione al rischio. Tra gli investimenti sicuri possiamo citare:

  • Conti deposito: sono conti bancari o postali che offrono un interesse annuo sul denaro depositato, in cambio di una limitata disponibilità del capitale. Sono coperti dal Fondo Interbancario di Tutela dei Depositi (FITD) fino a 100.000 euro per cliente per banca. Il rendimento medio dei conti deposito nel 2023 è di circa lo 0,5% annuo.
  • Buoni fruttiferi postali: sono titoli di debito emessi dalle Poste Italiane che offrono un interesse annuo o semestrale sul denaro prestato allo Stato. Sono garantiti dallo Stato italiano e sono esenti da imposte e tasse. Il rendimento medio dei buoni fruttiferi postali nel 2023 è di circa l'1% annuo.
  • Obbligazioni governative: sono titoli di debito emessi dallo Stato italiano o da altri Stati che offrono un interesse annuo o semestrale sul denaro prestato. Sono garantiti dallo Stato emittente e sono soggetti a imposte e tasse. Il rendimento medio delle obbligazioni governative nel 2023 è di circa l'1,5% annuo.
  • Fondi obbligazionari: sono fondi comuni di investimento che investono in un portafoglio diversificato di obbligazioni governative o societarie. Sono gestiti da esperti e offrono un rendimento variabile in base alla performance del mercato obbligazionario. Sono soggetti a commissioni di gestione e a imposte e tasse. Il rendimento medio dei fondi obbligazionari nel 2023 è di circa il 2% annuo.

Investimenti meno sicuri

Gli investimenti meno sicuri sono quelli che non offrono una garanzia sul capitale investito e un rendimento stabile e prevedibile. In genere, sono investimenti ad alto rischio e alto rendimento, adatti a chi vuole incrementare il proprio patrimonio e ha una elevata propensione al rischio. Tra gli investimenti meno sicuri possiamo citare:

  • Azioni: sono quote di partecipazione al capitale di una società che offrono la possibilità di ricevere dividendi e di beneficiare dell'andamento del prezzo sul mercato azionario. Sono soggette a forti oscillazioni di valore e a imposte e tasse. Il rendimento medio delle azioni nel 2023 è di circa il 10% annuo.
  • Fondi azionari: sono fondi comuni di investimento che investono in un portafoglio diversificato di azioni di diverse società e settori. Sono gestiti da esperti e offrono un rendimento variabile in base alla performance del mercato azionario. Sono soggetti a commissioni di gestione e a imposte e tasse. Il rendimento medio dei fondi azionari nel 2023 è di circa il 12% annuo.
  • Crowdfunding immobiliare: è una forma di investimento collettivo che permette di partecipare al finanziamento di progetti immobiliari, ricevendo una quota dei ricavi o degli utili. Sono soggetti a rischi legati alla realizzazione e alla vendita degli immobili e a imposte e tasse. Il rendimento medio del crowdfunding immobiliare nel 2023 è di circa il 15% annuo.
  • Bitcoin: è una criptovaluta decentralizzata che offre la possibilità di effettuare transazioni online in modo sicuro e anonimo. Sono soggetti a forti fluttuazioni di valore e a imposte e tasse. Il rendimento medio del bitcoin nel 2023 è di circa il 50% annuo.

Conclusioni

Investimenti crescono

Gli investimenti sicuri e quelli meno sicuri sono due categorie che dipendono dal profilo di rischio e dagli obiettivi di ogni investitore. Non esiste una soluzione unica e valida per tutti, ma è necessario valutare attentamente i pro e i contro di ogni opzione. In generale, si consiglia di diversificare il proprio portafoglio tra investimenti sicuri e meno sicuri, in modo da bilanciare il rapporto tra rischio e rendimento.

google adv.